Biologia con curvatura biomedica

Il giorno 5 giugno, presso la sede del Liceo Scientifico “Spallanzani”, si è tenuto l’incontro conclusivo del percorso ministeriale di potenziamento e orientamento “Biologia con Curvatura Biomedica” che da quest’anno ha visto protagonisti insegnati e studenti del Liceo Classico “Ariosto” e del Liceo Scientifico delle Scienze Applicate del IIS “Pascal” di Reggio Emilia, in stratta collaborazione con l’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.
foto Liceo Scientifico PascalXLjpg
All’incontro hanno partecipato il Provveditore agli Studi prof. Mario Maria Nanni, la presidentessa dell’Ordine dei medici dott.ssa Anna Maria Ferrari, il vice Presidente dott. Pietro Ragni, le Dirigenti del Liceo Classico “Ariosto”, prof.ssa Rossella Crisafi, e del IIS “Pascal”, prof.ssa Sonia Ruozzi, le docenti referenti del percorso prof.ssa Annarita Perisi e Prof.ssa Mariacarla Fornaciari e gli studenti delle classi terze che hanno aderito al percorso.

 




E’ stato un momento di condivisione e riflessione sulla sperimentazione che coinvolge un numero ristretto di Istituti su tutto il territorio nazionale; i ragazzi hanno esposto in modo competente e franco le proprie riflessioni che, se da un lato riflettevano la fatica dovuta ad un surplus di studio e di ore da svolgere a scuola, dall’altro ha posto l’accento sulla soddisfazione ricevuta nel conoscere professionisti che hanno a cuore la formazione e il futuro delle nuove generazioni, che hanno descritto la professione medica come una necessaria interazione fra sapere e ascoltare per creare quella empatìa, così necessaria fra paziente e medico.

 

Come hanno ricordato le dirigenti scolastiche la sperimentazione ha permesso di aprire le aule al territorio, di avvicinare gli studenti ad un ipotetico futuro aiutandoli a mettersi in gioco e a riflettere sulle personali attitudini. La dott.ssa Ferrari ha sottolineato il ritorno positivo ricevuto da parte dei medici che sono intervenuti nelle scuole e di come si sia rafforzata l’intenzione di proseguire un progetto di grande utilità per tutta la società civile. Il dott. Nanni ha evidenziato le potenzialità della sinergica collaborazione fra scuole ed enti del territorio finalizzata alla costruzione di una prospettiva di successo formativo concreto per gli studenti.

 

E' stata una festa in cui i sorrisi e gli applausi dei ragazzi hanno sottolineato che la scuola è sempre capace di fornire stimoli, di realizzare esperienze positive, di creare legami.

 

Un grazie a tutti gli attori di questo prima tappa e arrivederci all’anno prossimo.

 

Allegati:

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.